Cari turisti e vacanzieri in Liguria, ci trovate anche di sera!

  Abbiamo la fortuna di vivere a La Spezia, sul mare e preferiamo viaggiare nei periodi più tranquilli. Rimaniamo qui per non perderci  feste come la Madonna Bianca a Portovenere (vedi foto).  Nel nostro spazio espositivo ad Arcola, la sera tira una bella brezza fresca, basta una telefonata al 3473252768 per accordarci per l’orario. Venite con i vostri figli: saremo lieti di mostrare loro i nostri testi particolari, che andranno a sommarsi alla bellezza delle 5 Terre, di Portovenere e di Lerici,  visti durante le vostre vacanze. Uno degli intenti fondamentali della nostra associazione culturale Respiro Mentale è di far conoscere ai giovani quel che rischia di scomparire per sempre, come i troppi libri d’epoca che non verranno MAI digitalizzati, facendo morire per sempre tutta la loro ricchezza umana, culturale e sociale. Troverete anche molti libri sulla storia locale tra cui scegliere, come ricordo dei vostri giorni trascorsi qui; oltre a migliaia di argomenti diversi e stampe d’epoca, collezionismo cartaceo, quadri, cornici, antiche carte geografiche e qualche pezzo d’antiquariato. Per farvi un’idea di quel che troverete:  

Il “Gioco del Ponte” di Pisa si avvicina! Molto materiale d’epoca con il 33% di sconto

     Come da tradizione, l’ultimo sabato di giugno (quest’anno il 24 giugno) si svolge il secolare Gioco del Ponte di Pisa. E’ un’imponente manifestazione storica rievocativa . Si assiste al corteo storico, con ben 709 figuranti e alla vera e propria battaglia sul Ponte di Mezzo tra le due fazioni ( Mezzogiorno e Tramontana) della città.  L’origine del gioco affonda le sue radici nella leggenda, grazie anche alla notevole storia di questa antica Repubblica Marinara. Come alcuni dei nostri lettori sapranno, abbiamo rilevato il materiale della ex libreria antiquaria di Pisa, Vallerini. Libreria che aveva già celebrato il suo centenario e gestita da un esponente della “Magistratura” del gioco, che è costituita dal Consiglio degli Anziani, Giudici, Generali e altre figure storiche che potrete trovare al seguente link: http://www.giocodelpontedipisa.it/   

Un gioco che viene preso molto sul serio dai Pisani, che sono fieri d’avere figli che vi partecipano. Il Comune di Pisa addirittura fornisce dei corsi gratuiti ai giovani per prepararli adeguatamente alla partecipazione. Potete solo immaginare quanto materiale abbiamo trovato sul Gioco del Ponte! Libri, stampe, attestati, documenti e molto altro. Per festeggiare simbolicamente assieme a voi, abbiamo deciso di praticare lo sconto del 33% su tutto ciò che riguarda il Gioco del Ponte!!! Abbonda anche, fra ciò che è in nostro possesso, moltissimo materiale sulla storia Pisana, i suoi figli eccelsi, i suoi scrittori, il suo territorio… Tutto ciò che un cultore di Pisa e dintorni possa desiderare. Purtroppo non siamo riusciti a catalogare molto di questo folto settore, ma potrete visionare tutto il materiale a La Spezia quando vorrete (basta una telefonata per la conferma dell’orario). Sarebbe bello se altre città custodissero e celebrassero la storia locale con tanta devozione e fierezza; i cittadini diverrebbero dei custodi migliori. 

Quando rimaniamo soli in mezzo ai libri…

QUANDO RIMANIAMO SOLI IN MEZZO AI LIBRI…
Solo a scorrere i titoli lungo i corridoi, si ha l’impressione di cogliere l’essenza di molte vite.
E’ bello e struggente al contempo. Diventi sempre più consapevole di sapere ben poco, ma sei felice, perché sai di poter trovare milioni di motivi, teorie e pensieri, che ti spingono a rivedere ogni volta, la tua interpretazione della vita. Senti la fatica dello scrittore, le sue indecisioni, sia davanti alla virgola da aggiungere, sia nel trovare il coraggio di dire la scomoda verità.
Studiosi, folli, illuminati, rivoluzionari e innamorati delle cause più impensabili hanno affidato il loro messaggio più importante a queste pagine, con la speranza che giungesse a molti, arricchendoci tutti. Qualche volta, senza accorgercene, bisbigliamo: grazie.

Cosa troverete facendoci visita…

Forse sarebbe più esatto dire: cosa non troverete!

Lavoriamo anche di sabato e di domenica, quindi sentitevi liberi di combinare una visita al nostro grande (oltre 100 mq) studio bibliografico con una gita alle splendide 5 Terre, a Portovenere, Lerici e tutto lo splendido Golfo dei Poeti, terra del celeberrimo editore Cozzani, fondatore dell’Eroica (di cui abbiamo diversi testi).

Basta una telefonata per essere certi azzeccare l’ora giusta: 3473252768

Dopo oltre trent’anni di acquisti, persino in Indonesia (gli incredibili LONTAR antichi, fatti con foglie di palma incise), abbiamo accumulato un quantitativo tale di materiale che, catalogarlo tutto, avrebbe un costo davvero proibitivo. Sul nostro sito trovate solo una minima parte dei libri, come pure nel nostro negozio ebay: http://stores.ebay.it/LIBRI-USATI-RARI .

I nostri libri sono oltre 40000 (l’ultima volta che abbiamo tentato di contarli), di ogni epoca e prezzo. A casa abbiamo inoltre un vasto assortimento di prime edizioni italiane del 900. Chiunque collezioni o ami i libri sa benissimo che, in una libreria antiquaria, ad essi si associano quasi sempre opere d’arte (quadri, disegni, rilegature e stampe). Va da sé che non ce li facciamo mancare, custodendone più di tremila. Il collezionismo cartaceo poi, è il più vario possibile, assieme a foto d’epoca, manifesti di film e persino una bolla papale a cui un pazzo ha tagliato via il sigillo… Aihmé,  si vedono troppe tracce di follia. Troverete anche oggetti curiosi come le lastre metalliche incise usate per stampare, un cassetto porta caratteri di stampa, un Porta Gloria, qualche pezzo d’antiquariato e cornici ormai introvabili per impreziosire qualsiasi ambiente. Molti libri per arredare e una collezione ragguardevole di testi d’arte illustrati.  Ora, lasciamo parlare le immagini. A presto!

                    

 

Articolo sulla lezione tenuta da Salvatore Viscuso: Dalle grotte di Chauvet agli ebooks

Ringraziamo il giornalista e precisiamo che il nome dell’inventore cinese dei caratteri mobili è: BI SHENG

http://www.cittadellaspezia.com/Golfo-dei-Poeti/Cultura-e-Spettacolo/Lamentazioni-operaie-nella-culla-della-225979.aspx

Lamentazioni operaie nella culla della scrittura. Gutemberg? Beffa cinese

Lezione di Salvatore Viscuso sul legame indissolubile tra l’uomo e la testimonianza scritta e disegnata.

  Golfo dei Poeti – Piccoli scoop e appassionata divulgazione ieri pomeriggio a Lerici in casa Unitre, l’università delle tre età. Nell’aula di Piazza Bacigalupi, Salvatore Viscuso, bibliomane, libraio antiquario e perito del tribunale della Spezia, ha condotto un’escursione lungo oltre 30mila anni di storia. Un itinerario srotolato per ribadire quanto sia naturale per l’essere umano, dall’alba della sua vicenda, lasciare segno disegnato e scritto del suo passaggio. “Testimonianze come i grafemi delle grotte di Altamira e Lescaux hanno 17mila anni – ha esordito Viscuso -. E le raffigurazioni trovate nella grotta di Chauvet, in Francia, sono ancora più antiche – risalgono ad almeno 30mila anni fa – e sono addirittura più complesse ed elaborate di quelle di Altamira e Lescaux, pur essendo più vecchie di millenni”.
Poi, passando per linguaggi come quello, arcinoto, dei geroglifici, circa 25mila anni dopo gli orsi, i tori e i leoni di Chauvet si è approdati alla scrittura. “I primi, diversamente da come molti credono, non sono stati i Fenici. Bensì degli operai cananei che lavoravano nella penisola del Sinai. Rielaborarono i geroglifici in una sorta di proto scrittura, sviluppando un alfabeto. Cosa riportano le testimonianze ritrovate? I Cananei si lamentavano, un po’ come facciamo spesso noi contemporanei”. Dall’alfabeto cananeo è nato quello fenicio, poi l’aramaico, il greco, il latino.

“La scrittura – ancora Viscuso – si è imposta lentamente, irregolarmente e su mezzi diversi, dal papiro alla pergamena, dalle foglie alle tavolette. La svolta è arrivata con la stampa a caratteri mobili, che ha permesso la diffusione del sapere in maniera più ampia. L’ha inventata Gutemberg? No, il cinese Li Cheng attorno al 700 dopo Cristo, quindi oltre sette secoli prima. E la stampa a caratteri mobili in metallo è stata inventata in Corea attorno al 1350”. Certo, il povero Gutemberg, come precisato del relatore, non ha copiato i colleghi asiatici, ma ha agito in autonomia. Nella storia dei libri, uno spartiacque fondamentale va piazzato attorno al 1820. “E’ il momento in cui per produrre i testi si cominciano a usare il torchio a vapore e la carta derivata dal legno. I libri sono infatti considerati antichi prima di questo importante limite”.

Uno sguardo ai giorni nostri: “Internet? Sbagliato pensare che contenga ormai tutto lo scibile umano. Basti sapere che il progetto Gutemberg, promosso negli anni Settanta, ha portato alla digitalizzazione di appena 50mila volumi. Tutto il resto, che è tantissimo, è nelle biblioteche. Oppure… nella mia libreria”.

Dalla platea, lanciata dall’autorevole voce del professor Enrico Calzolari, una suggestione finale: “La stampa? Inventata a Fivizzano, prima di Gutemberg”.

Giovedì 26 gennaio 2017 alle 09:23:00
N.RE
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Corso intensivo di BIBLIOFILIA sabato 25 Febbraio!

 Su richiesta faremo un CORSO INTENSIVO di BIBLIOFILIA per soli 50 euro, comprensivi dell’iscrizione alla ns. ass. cult.: RESPIRO MENTALE! Sabato 25 febbraio, alcuni partecipanti verranno da fuori, quindi cercheremo di concentrare quanto più possibile in un lungo pomeriggio denso d’informazioni. Tratteremo molti aspetti della bibliofilia tra cui: cosa analizzare prima di effettuare acquisti (soprattutto online), per essere certi d’aver speso bene i propri soldi. Questo comprende anche la spiegazione delle molte sigle bibliografiche, sconosciute ai più, le varie parti di un libro nelle diverse epoche, il valore aggiunto degli autografi, la qualità dei diversi tipi di carte e di rilegature. Come riconoscere i libri e le edizioni di pregio, magari anche su una bancarella. Le informazioni utili per costruire una propria collezione personale, che acquisisca sempre più valore nel tempo. Panoramica dei mercati internazionali e relative preferenze/richieste. I libri più ricercati e pregiati. Ovviamente spazio per le vostre domande e chissà quanti altri argomenti verranno fuori! Salvatore Viscuso è libraio antiquario da molti anni, Perito del Tribunale di La Spezia e Presidente dell’associazione culturale: Respiro Mentale. Scriveteci: salvatoreviscuso@alice.it  o telefonate al 3473252768 per informazioni. 

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/146773509155840/